il Tango secondo noiè ... 

mistero e complessità, armonia e conflitto,

allegria e tristezza, comunicazione e solitudine, 

inquietudine e ricerca.

Antico perché in esso vi è qualcosa di ancestrale,

cioè contiene attitudini e atti o,

per dirla con Borges, nostalgia di vite non vissute, 

che pure ci appartengono 

e costituiscono il legame tra memoria personale, storica e collettiva.

Elitario o popolare, a seconda del livello di lettura di ciascuno,

sempre vivo perché attuali, oggi più che mai, 

le istanze e le urgenze dei primi creatori,

moderno per il suo rendere il corpo pensante e dialogante 

e perché più di ogni altra danza rappresenta l'uomo contemporaneo 


divisori 190

 

 ORARI dei CORSI Stagione 2013/14

consulta il CONTENUTO dei CORSI

 

Da oggi il Centro del Tango Argentino ha un account ufficiale su Twitter

Seguiteci!

v65oai7fxn47qv9nectx

 

IL TANGO BAR 


Tutte le domeniche al TANGO BAR :

"La milonga prima della moda,

al di là delle mode,

il posto per chi ama il tango!"

musica, ballo, buffet dolce&salato

ogni domenica, dalle 19 alle 00.30

(organizzazione a cura dell'Associazione Tangueria)

 

Le nostre attività di solidarietà

Noi tutti viviamo in un’area del mondo, pur con tutti i suoi limiti e l’addensarsi di tante nubi, privilegiata e dentro questa minoranza siamo ancora dei privilegiati, visto che possiamo dedicare parte della nostra vita a coltivare le nostre passioni...

Leggi tutto...
 

Ci siamo riconosciuti nelle parole di questi due grandi personaggi del teatro e le abbiamo fatte nostre perché ben esprimono il sentire, le scelte e i principi cui il nostro percorso si ispira

"Il teatro dovrebbe essere piccolo, una minoranza che non vuole diventare maggioranza, un'eccezione nella regola del grande commercio del divertimento"
Jacques Copeau (regista teatrale francese dei primi del '900)
"... se dovessi pensare al Piccolo Teatro come a una persona lo penserei come un figlio, un figlio che non abbia mai tradito sé stesso, sia sempre rimasto molto coerente a una sua linea umana, un suo modo di essere nel mondo, questo, in un paese come il nostro dove la coerenza è senz'altro un peccato o una mancanza capitale, dove una certa severità del comportamento è quasi sconosciuta, non è cosa da poco"
Giorgio Strehler